Scadenze burocratiche Marzo 2019

Scadenze burocratiche Marzo 2019

DICHIARAZIONE DI CONSUMO

Entro il 31 marzo 2019 va presentata la “denuncia di officina elettrica”. Il mancato invio della dichiarazione di consumo comporta un’ammenda da 500 fino a 3.000 euro da parte dell’ Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e, nei casi di prolungata inadempienza, la sospensione da parte del GSE dell’erogazione della tariffa incentivante.

Chi è soggetto alla dichiarazione di consumo:

  • tutti gli impianti da fonti rinnovabili di potenza superiore ai 20 kWp che immettono una parte dell’energia prodotta in rete e autoconsumano l’altra (cessione parziale);
  • tutti gli impianti da fonti rinnovabili di potenza superiore ai 20 KWp che immettono totalmente l’energia prodotta in rete (cessione totale).

 

FUEL MIX

A partire dal 15 febbraio e fino al 31 marzo 2019, i produttori e venditori di energia elettrica interessati dagli obblighi di disclosure, potranno accedere al portale Fuel Mix del GSE, e comunicare i dati relativi al 2018 e l’eventuali rettifiche dei dati forniti per il 2017.

QUANDO SCADE?
Entro il 31 marzo 2019, spiega il Gse in una nota sul proprio sito:
  • tutte le imprese di vendita sono tenute a trasmettere al GSE le informazioni necessarie alla determinazione del proprio mix energetico di approvvigionamento e i dati relativi ai contratti di vendita di energia rinnovabile (Offerte Verdi soggette all’obbligo di annullamento delle GO);
  • tutti i produttori sono tenuti a comunicare al GSE i dati di anagrafica degli impianti di produzione, mediante i codici del sistema GAUDI’, gestito da Terna, e la composizione del proprio mix energetico iniziale dell’energia elettrica immessa in rete distinta per fonte di alimentazione.
SOGGETTI NON OBBLIGATI:
Non sono soggetti all’obbligo di comunicazione dei dati i soggetti responsabili di:
  • impianti fotovoltaici con potenza attiva nominale fino a 1 MW, incentivati con il Quinto Conto Energia;
  • impianti in regime di Scambio sul posto;
  • impianti in convenzione Cip 6/92.

SANZIONI:

Il GSE provvederà a segnalare all’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) eventuali inadempimenti o dichiarazioni mendaci, nonché gli esiti delle verifiche delle Offerte Verdi ai sensi della deliberazione ARG/elt 104/11.

Richiedi maggiori informazioni

Hidden
Name(Obbligatorio)
Dichiaro di aver letto e accetto la normativa sulla PRIVACY(Obbligatorio)
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere newsletter.
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.