Il Quirinale boccia il decreto Lollobrigida sull’Agricoltura

Il Quirinale boccia il decreto Lollobrigida sull’Agricoltura

DL Agricoltura bocciato dal quirinale

Le segreterie legislative del Colle hanno individuato tre discrepanze nel testo. Se il ministro di Fratelli d’Italia non si ritratterà, Mattarella non ratificherà il decreto.

Il Quirinale respinge il decreto Agricoltura del ministro Lollobrigida. Secondo quanto riportato da Il Foglio, le segreterie legislative del Colle hanno notato tre discrepanze nel documento.

La prima concerne la fusione della società Sistema informativo nazionale per lo sviluppo dell’agricoltura (Sin) con l’Agenzia per le erogazioni in agricoltura (Agea). Non sono presenti i requisiti per una decretazione d’urgenza, per il Quirinale.

Inoltre, il team del presidente Sergio Mattarella ha evidenziato alcune sezioni riguardanti i pannelli solari e il trasferimento di un reparto dei carabinieri dal ministero dell’Ambiente a quello dell’Agricoltura. Interpellato da Il Foglio, il Colle non ha né confermato né smentito.

Attualmente sono in corso, a livello di uffici legislativi, interlocuzioni fra governo e Quirinale. Il testo definitivo del decreto, peraltro, non è ancora arrivato all’esame di Mattarella.

Si tratta dell’ennesima grana nell’iter di approvazione del testo, che ha generato divisioni con il Ministero dell’Ambiente e della Sicurezza energetica ed ha attirato le critiche di numerose associazioni per le rinnovabili, mettendo a rischio – secondo alcune stime di Italia Solare – 45 miliardi di euro di investimenti.

Vi terremo aggiornati su eventuali cambiamenti che emergeranno nei prossimi giorni.

Richiedi maggiori informazioni

Hidden
Name(Obbligatorio)
Dichiaro di aver letto e accetto la normativa sulla PRIVACY(Obbligatorio)
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere newsletter.
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.