FAQ sul Servizio di Verifica Documentale: Fotovoltaico DOC

FAQ sul Servizio di Verifica Documentale: Fotovoltaico DOC

Abbiamo pensato di riportare di seguito le domande più frequenti che abbiamo raccolto sul nostro servizio di Verifica Documentale, Fotovoltaico DOC.

Domande che magari molti proprietari di Impianti Fotovoltaici si pongono, a cui abbiamo cercato di dare risposte esaustive e che pensiamo potrebbero essere utili a tutti coloro che stanno valutando o conoscendo il nostro servizio.

A quali Impianti è rivolto il servizio?

Il servizio di verifica preventiva denominato Fotovoltaico Doc , fornito dalla MC Energy, è rivolto a impianti con potenza installata minima di 50 kWp.

 

 

La verifica è simile al controllo che farà il GSE?

Il nostro metodo di verifica replica quello del GSE in tutti gli step.

 

Fotovoltaico DOC è un servizio su misura per il Cliente?

Fotovoltaico DOC è composito da diversi pacchetti/livelli di servizio, a seconda delle esigenze del cliente e di ogni specifica situazione. Ad ogni livello del servizio si effettua un Check-up personalizzato e guidato dalle normative che impattano sul tuo impianto.

 

Il sopralluogo presso l’Impianto è previsto?

Sì, il nostro servizio include un sopralluogo presso l’impianto fotovoltaico denominato Verifica Tecnica, per rivelare eventuali criticità e verificare che la documentazione autorizzativa e tecnica corrisponda con quanto effettivamente installato sull’impianto.

 

Al termine del servizio viene rilasciato una relazione finale?

Il servizio si conclude con la consegna al cliente della Relazione finale, contenente tutti i documenti necessari in fase di controllo GSE, segnalazione dei documenti mancanti e di eventuali irregolarità riscontrate.

La relazione e i documenti saranno sempre consultabili online anche successivamente la consegna della relazione.

 

Cosa rende unico il servizio Fotovoltaico DOC?

Fotovoltaico DOC è l’unica Verifica guidata da software, caratterizzata da un processo guidato, obbligato e verificato per ogni fase    del controllo.

 

Come ci si può tutelare dal Controllo del GSE?

L’unico modo è individuare le principali criticità del proprio impianto, anticipando i controlli attraverso una verifica dettagliata. Effettuare un’analisi del quadro normativo di riferimento e a quel punto sostituirsi integralmente all’attività del GSE, andando ad analizzare tutta la documentazione presentata sia in fase di richiesta dell’incentivo che successivamente.

 

Possiamo fare l’esempio di qualche aspetto che può portare a sanzioni da parte del GSE?

Le motivazioni che possono portare il GSE a dare esito negativo al controllo vanno  da motivazioni tecniche (mancato adempimento normative, installazione dispositivi, etc…) ,ma nella maggior parte dei casi parliamo di errori documentali (errato iter autorizzativo, mancanza di atti notarili o contratti tra le parti, documentazione errata relativamente a seriali pannelli o inverter etc..).

 

Perché l’autodenuncia è così importante?

L’autodenuncia è importante, perché con la nuova Legge Bilancio si può ulteriormente abbassare la percentuale di decurtazione della tariffa incentivante, a patto che questa avvenga prima di un procedimento di verifica del GSE.

 

Ti rimane ancora qualche dubbio? Vuoi aggiungere una domanda? Aiutaci a migliorare il Servizio.

Compila il form di seguito e ti risponderemo subito.

[Form id=”5″]

Richiedi maggiori informazioni

Hidden
Name(Obbligatorio)
Dichiaro di aver letto e accetto la normativa sulla PRIVACY(Obbligatorio)
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere newsletter.
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.