CONTROLLO GSE: Il nostro General Manager spiega come prepararsi al meglio

1 Giugno 2017

CONTROLLO GSE: Il nostro General Manager spiega come prepararsi al meglio

Nel 2016 il Gestore ha effettuato 4.240 controlli su impianti a rinnovabili, circa 800 in più che nel 2015 e questi numeri saranno sicuramente maggiori per l’anno 2017.

Sui 2.147 procedimenti di verifica conclusi nell’anno da poco terminato, in 761 si sono rilevate violazioni e la sospensione degli incentivi per questi impianti ha portato una riduzione del costo indicativo annuo per le rinnovabili di 39 milioni di euro, “permettendo di posticipare il raggiungimento del tetto di spesa e di rendere disponibili le risorse economiche per altre iniziative.”

Nell’anno in corso il CONTROLLO DEL GSE è ormai una temuta insidia, di cui quasi tutti i proprietari di Impianti fotovoltaici si sono resi consapevoli e inizia a comprendere le modalità, ma si continua e si continuerà a fare molta fatica a comprendere e condividere le conseguenze che ne comporta.

Nel triennio 2014-2016 il 10% della potenza degli impianti incentivati è stato oggetto di ispezione, nel 2016 il 30% dei controlli ha dato esito negativo.

Abbiamo dunque chiesto al General Manager MC Energy come prepararsi al meglio.

Partiamo dal presupposto che i proprietari di Impianti fotovoltaici si preoccupano di più di eventuali guasti, che magari portano a un calo della produzione, furti o errori nella contabilizzazione dell’energia prodotta che porta all’emissione di un pagamento inferire al dovuto.

Abbiamo quindi posto alcune domande al nostro General Manager:

Come possono tutelarsi preventivamente, gli operatori, per essere certi che i loro impianti siano “a prova di controllo GSE”?

La cosa migliore da fare prima del controllo è cercare di essere consapevoli dei rischi a cui si va incontro. Quello che si può fare è individuare le principali criticità del proprio Impianto, andare ad effettuare un’analisi del quadro normativo di riferimento e a quel punto sostituirsi integralmente all’attività effettiva del GSE, andando ad analizzare caso per caso, punto per punto. Essere oggi consapevoli del potenziale rischio può permettere al produttore di prendere delle decisioni consapevoli.

Come deve muoversi oggi un operatore che ritenga di aver ricevuto una sanzione “non proporzionata”?

Rifacendoci ai dati ufficiali del GSE, quando si va in contenzioso con l’ente si ha una possibilità su 5 di vincere la causa, solo il 22% delle cause infatti vengono perse. Il GSE ha decisamente il coltello dalla parte del manico e nonostante i produttori possano percepire una vessazione nei propri confronti o regole troppo rigide, ha comunque il potere di andare di applicare importanti sanzioni.

Quindi l’obiettivo è sicuramente di cercare di rendersi consapevoli prima del rischio che si va a correre.

Il GSE a differenza di altre situazioni che viviamo con l’Agenzia delle Entrate, Equitalia etc. qui è il GSE stesso che eroga i contributi e quindi ha il potere e la facoltà di , come si dice, “Chiudere il rubinetto” e sospendere l’erogazione di qualsiasi somma.

Rendersi quindi consapevoli il prima possibile se può andare incontro a qualche rischio di revoca, per poi cercare di anticipare l’eventuale sanzione.

In conclusione cosa consiglia per prepararsi alla verifica del GSE e ridurre i rischi di esito negativo?

Vanno fatte delle verifiche molto approfondite su tutto quello che è la documentazione predisposta per la realizzazione dell’impianto, verificando tutta la documentazione, presentata in fase di richiesta dell’incentivo e ciò che è stato realmente realizzato. Questo comporta una Verifica molto approfondita che dobbiamo ammettere essere decisamente complessa e articolata. Per questo noi abbiamo sviluppato uno software a cui lavorano 3 ingegneri contemporaneamente che riesce ad abbattere l’errore umano e portare in luce tutte le situazioni. Ad oggi mi viene da dire che l’unica soluzione è il FOTOVOLTAICO DOC .

Consulta la nostra soluzione nella pagina dedicata del nostro sito, LEGGI SUBITO.

Richiedi maggiori informazioni

Hidden
Name(Obbligatorio)
Dichiaro di aver letto e accetto la normativa sulla PRIVACY(Obbligatorio)
Acconsento al trattamento dei miei dati al fine di ricevere newsletter.
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.