La corretta gestione dell’Impianto Fotovoltaico passa per l’AEEG

FotovoltaicoLa corretta gestione dell’Impianto Fotovoltaico passa per l’AEEG

La corretta gestione dell’Impianto Fotovoltaico passa per l’AEEG

Scade oggi, 15/09/2017, il termine per il pagamento del contributo 2017 all’AEEG (Autorità per l’energia elettrica e il gas).

Tutti i titolari di Impianti Fotovoltaici, con una potenza totale >100,  hanno l’obbligo di esplicare una serie di attività periodiche nei confronti di vari enti, tra cui GSE, AEEG, Terna e distributore di rete, tutti sempre strettamente in collegamento l’uno con l’altro.

Per la corretta gestione di un Impianto Fotovoltaico, il proprietario, deve dunque conoscere, prima di tutto, e poi adempiere a tutte queste attività burocratiche, spesso complicate e impegnative.

AEEGTra queste, l’AEEG che in data 10 Agosto  ha comunicato l’ammontare del contributo di funzionamento per l’anno 2017 e ha fissato il 15 Settembre come data ultima per il pagamento.

Si ricorda che il versamento del contributo non è dovuto per somme uguali o inferiori a 100,00 (cento/00) euro.

soli soggetti obbligati al versamento del contributo sono tenuti a comunicare all’AEEGSI, entro il 30 settembre 2017, i dati relativi alla contribuzione e tutte le informazioni richieste. Per la comunicazione dei dati relativi alla contribuzione è necessario utilizzare unicamente il sistema informatico di comunicazione disponibile sul sito internet dell’AEEGSI, previo completamento dell’accreditamento all’Anagrafica operatori dell’AEEGSI.

Quella descritta sopra e in scadenza oggi è solo una delle tante attività che potrebbe essere oggetto di controllo da parte del GSE in fase di Verifica. Il GSE infatti ormai da un po’ ha concentrato le proprie attività di verifica sulla Documentazione dell’Impianto, controlla che sia in regola tutta la documentazione presentata in fase di allaccio e che tutte le successive attività siano state effettuate correttamente e siano a disposizione i dovuti documenti.

Nella realizzazione di un impianto fotovoltaico l’aspetto normativo non deve essere certamente sottovalutato. Bisogna tenere in considerazione diversi elementi, come ad esempio quelli urbanistici e paesaggistici, quelli tecnici relativi alla rete elettrica di distribuzione ed infine, ma non meno importanti, quelli fiscali. Dunque, occorre saper districarsi nella giungla normativa che da anni governa il mondo del fotovoltaico soprattutto adesso che il GSE ha intensificato l’attività di controllo.

Nonostante siano già passati 3 anni dall’emanazione del Decreto Controlli, i numeri relativi alle attività di controllo e verifica del GSE risultano ancora poco conosciuti e purtroppo sottovalutati.

Il 31 Gennaio 2014, il Decreto Controlli ha introdotto una disciplina organica per il controllo e le sanzioni in materia di incentivi nel settore delle energie rinnovabili, individuando le modalità organizzative e operative dei controlli e la lista delle violazioni rilevanti. I controlli effettuati e disposti dal GSE “sono volti alla verifica della sussistenza o della permanenza dei requisiti soggettivi e oggettivi e dei presupposti per il riconoscimento o il mantenimento degli incentivi”(DM 31/01/2014, art. 1 comma 2), e riguardano tutti gli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili che percepiscono un incentivo erogato dal GSE, di qualsiasi tipologia, potenza e Conto Energia.

MC Energy, attraverso il servizio di verifica documentale, verifica la sussistenza di tutti i requisiti necessari all’ottenimento e mantenimento dell’incentivo. Supporta i proprietari di Impianti fotovoltaici nell’identificazione di tutti i documenti richiesti dal GSE in fase di Controllo e nell’individuazione di tutta la documentazione dell’impianto che è necessario tenere sempre aggiornata e disponibile.

Richiedi subito maggiori informazioni,

compila il form di seguito: