Visto di Conformità e Agenzia delle Entrate, la stretta di Draghi sui controlli!

FotovoltaicoVisto di Conformità e Agenzia delle Entrate, la stretta di Draghi sui controlli!

Visto di Conformità e Agenzia delle Entrate, la stretta di Draghi sui controlli!

Attraverso il decreto-legge dell’11 Novembre 2021 n.157 riguardante le “Misure per il contrasto alle frodi nel settore delle agevolazioni fiscali ed economiche” il governo interviene in maniera decisa sul Decreto Rilancio n. 34 del 2020. 


Le novità principali riguardano 2 punti:

  1. Estensione del Visto di conformità sia per l’uso diretto del Superbonus 110 che per tutti gli altri Bonus.

    Il cambiamento è molto importante dato che precedentemente era richiesto solamente per il Superbonus 110 tramite la modalità indiretta di cessione del credito o sconto in fattura.

    Ora il Visto di Conformità sarà obbligatorio anche per tutti gli altri bonus.

    Per il superbonus 110 viene esteso il Visto di Conformità per l’uso diretto dell’agevolazione (nel caso in cui il superbonus venga utilizzato sotto forma di detrazione dal beneficiario nella propria dichiarazione dei redditi.)

  2. Viene concesso maggiore potere all’Agenzia delle Entrate.

    Verrà potenziata l’attività di accertamento e recupero relativamente alle detrazioni e cessioni dei crediti per lavori edilizi ed ai contributi a fondo perduto previsti nel Decreto Rilancio.

    L’Agenzia delle Entrate, infatti, può sospendere fino a 30 giorni gli effetti delle comunicazioni sulle cessioni del credito o su sconti in fattura.
    La sospensione si applica in caso di particolari profili di rischio al fine del controllo preventivo. Questa procedura avviene entro cinque giorni lavorativi dall’invio della comunicazione dell’avvenuta cessione del credito.

I requisiti da controllare riguardano:

  1. coerenza e regolarità dei dati indicati nelle comunicazioni;
  2. congruità di dati e soggetti relativi ai crediti oggetto di cessione;
  3. cessioni effettuate precedentemente dai soggetti indicati nelle comunicazioni.

Come ultimo punto verranno introdotti dei tetti di spesa per alcune categorie di beni attraverso un successivo decreto del Ministero della transizione ecologica, da approvare entro 30 giorni dalla conversione in legge del decreto antifrode.

Vuoi Saperne di più?
Noi di MC Energy Ti aspettiamo al Webinar del 9 Dicembre, parleremo di:

  • BONUS 2022: cosa Rimane, cosa Cambia, cosa c’è di Nuovo
  • Bonus Facciate al 90%: Come fatturare nel 2021 e realizzare nel 2022, rischi e opportunità
  • Decreto Antifrode: Estensione del Visto di Conformità

Se non lo hai ancora fatto iscriviti subito: CLICCA QUI